• MIGLIOR TARIFFA ONLINE

    Solo su questo sito le migliori tariffe e condizioni

  • OFFERTE E PROMOZIONI

    Scopri le nostre promozioni e scegli l'offerta su misura per te

  • WI-FI GRATUITO

    Wi-fi gratuito in tutta la struttura e nelle camere

Data di arrivo
Data di partenza
Ospiti per camera
Adulti Bambini Neonati
fino a 12 anni fino a 3 anni

Le sedi del Festival MITO

Auditorium Giovanni Agnelli - Lingotto
Via Nizza, 280

Circolo dei Lettori
Via Bogino, 9

Teatro Colosseo
Via Madama Cristina 71/a

Auditorium Rai Arturo Toscanini
Piazza Rossaro

Conservatorio Giuseppe Verdi
Piazza Bodoni

Teatro Regio
Piazza Castello, 215

Biblioteca Musicale Andrea della Corte
Villa Tesoriera, corso Francia 192

Jazz Club Torino
Piazzale Valdo Fusi

Teatro Regio
Foyer del Toro
Piazza Castello, 215

BLaH BLAh
Via Po, 21

MAO – Museo d’Arte Orientale
Palazzo Mazzonis - Via San Domenico, 9 - 11

Teatro Regio
Sala Maria Callas
Piazza Castello, 215

Casa Teatro Ragazzi e Giovani
Corso Galileo Ferraris, 266/c

Museo Regionale di Scienze Naturali
Cortile della Farmacia
Via Giolitti, 36

Teatro Vittoria
Via Gramsci, 4

Chiesa di San Filippo
Via Maria Vittoria, 5

Piccolo Regio Giacomo Puccini
Piazza Castello, 215

Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Scienze della Vita
Aula Magna
Via Accademia Albertina 13

Cinema Massimo
Via Verdi, 18

Festival della Musica MITO SettembreMusica

hotel in centro a Torino, hotel vicino teatro regio a Torino. hotel vicino concerti torino, concerti torino, eventi a torinoPer un mese il Festival MITO trasforma il modo di vivere nelle città di Milano e di Torino: un ricco programma di concerti e spettacoli, dalla classica al jazz, rock e pop, dalla musica antica a quella d’avanguardia, fino alle tendenze musicali più innovative, coinvolge il pubblico nella scoperta non solo della grande musica, ma anche dei luoghi più suggestivi e nascosti delle città.

 

19 giorni di Festival, dal 5 al 23 settembre, 190 appuntamenti nelle due città di cui 156 concerti, più di 4100 artisti coinvolti, avvicinano alla musica un pubblico nuovo e sempre più vasto. Un Festival accessibile a tutti, grazie all’abbattimento dei prezzi e ai tanti concerti offerti gratuitamente, MITO SettembreMusica diventa occasione di intrattenimento e divertimento, di gioia sincera dell’ascolto.

 

 

Sfoglia il programma del Festival MITO SettembreMusica

L’inaugurazione e le grandi orchestre

 


L’edizione 2012 apre il 5 settembre al Teatro Regio di Torino, con l'Orchestre National de France diretta da Daniele Gatti in un omaggio a Claude Debussy nel centocinquantenario della nascita. Il giorno dopo Orchestra e direttore si spostano a Milano per l’inaugurazione meneghina al Teatro alla Scala. Al compositore francese è dedicato un ampio ciclo di concerti con molte opere sinfoniche, musica da camera e gran parte della produzione pianistica, eseguita da straordinari giovani talenti. Tra le importanti orchestre ed ensemble internazionali che saliranno sul grande palco metropolitano del festival troviamo l'Orchestra Filarmonica della Scala diretta da  Andrea Battistoni (17 settembre 2012 all'Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto di Torino) l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo con Yuri Temirkanov, la English Chamber Orchestra con Colin Davis, la Internationale Bachakademie Stuttgart con Helmuth Rilling, Le Concert des Nations con Jordi Savall, Philharmonia Orchestra con Esa-Pekka Salonen, l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio con Bertrand de Billy, I Filarmonici di Roma con Uto Ughi.

A Torino l’Orchestre de Chambre de Lausanne eseguirà con Christian Zacharias all’Auditorium Giovanni Agnelli tre concerti per pianoforte di Beethoven.
 

Focus contemporanea: Luis De Pablo e Kaija Saariaho


Con la London Sinfonietta diretta da David Atherton, la Filarmonica ’900 con José Ramon Encinar e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai sotto la guida di Daniel Kawka, MITO conduce il pubblico alla scoperta della musica del nostro tempo con un’ampia rassegna dedicata a due compositori viventi, lo spagnolo Luis De Pablo e la finlandese Kaija Saariaho. In tre concerti, replicati con programma identico a Milano e Torino, viene presentata una selezione rappresentativa dei loro lavori per orchestra o ensemble, con nove prime italiane e un prima esecuzione assoluta. Attorno a loro una schiera di autori contemporanei come Giacomo Manzoni, Sylvano Bussotti, György Kurtag, Claude Vivier, Fabio Vacchi, George Crumb, Filippo Del Corno, Gilberto Bosco, Michele Dall’Ongaro, Giulio Castagnoli, Fabio Mengozzi e Stefano Pierini, dimostra quanto la musica nelle sue molteplici espressioni sia un’arte “giovane” in continua espansione.

 

Dalla tradizione italiana alle musiche dal mondo
 

Il Festival si propone come modello per nuovi equilibri e proposte, aprendo il suo palinsesto a contributi e generi diversi. Due anime differenti: da una parte la tradizione italiana, con un filone di concerti dedicati alla canzone d’autore e alla musica popolare, per raccontare e valorizzare territori nostrani, con Ambrogio Sparagna e Francesco De Gregori, Paolo Conte (21 settembre 2012 alle ore 21 al Teatro Regio di Torino), Peppe Servillo in Memorie di Adriano, Marta sui tubi play Lucio Dalla; dall’altra importanti collaborazioni a livello internazionale, come ad esempio con il metaLAB dell’Università di Harvard, il Montreux Jazz Festival e presenze da mondi lontani con il Gamelan di Sebatu che consentiranno al pubblico di incontrare nuove proposte internazionali, incroci di stili e incontri tra diversi generi.
Tra musica colta e popolare si muovono anche i concerti dedicati alle tradizioni di un Paese lontano: dal Marocco ritmi e canti in collaborazione con il Festival de Fès des Musiques Sacrées du Monde (città legata dal 2010 alla Città di Torino da un accordo di collaborazione), dalla Romania una serie di capolavori di George Enescu, il più europeo dei musicisti rumeni.

 

Jazz, rock, pop, elettronica e molto altro ancora


Concerti jazz, rock e pop, progetti d’avanguardia e serate di elettronica, che attraversano mondi musicali apparentemente distanti tra loro, offrono al pubblico uno sguardo trasversale sulla musica di oggi. Il trombettista Paolo Fresu torna a MITO con due concerti, a Milano e Torino, insieme a Uri Caine. A Torino un concerto con Alva Noto & Ryuichi Sakamoto, un recital della nigeriana Layori, due concerti di musica cinese al Museo d’Arte Orientale, AirEffects_atto primo con, tra gli altri, Riccardo Giovinetto e per finire il progetto Musica come estasi in collaborazione con il festival Il Sacro attraverso l’Ordinario, Robert Lowe sabato 22 settembre 2012 alle ore 22 al Teatro Colosseo di Torino.
 Spettacoli per bambini e ragazzi e il progetto educational


Per i bambini e ragazzi, ogni sabato e domenica pomeriggio, sei concerti-spettacolo a Torino e sette Milano.

A Settembre si confermano gli incontri con i grandi artisti internazionali presenti al Festival. Per avvicinare i giovani alla comprensione della musica, una sezione del progetto Educational è rivolta agli studenti delle scuole e ai loro insegnanti. A Torino prosegue il fortunato progetto Dentrolamusica, guida telematica all’ascolto e alla lettura della partitura.

Da segnalare "Schiaccianoci e il re dei topi" sabato 15 settembre 2012 alle ore 15.30 e alle ore 18.00 alla Casa Teatro e Ragazzi e Giovani di Torino.